White Paper: Come proteggere il digital workspace con l’Identity & Access Management

Scenario – Contingenza, ma anche progresso

I criminali informatici particolarmente veloci a modificare i loro target e a cavalcare i trend del momento per sfruttare le paure
degli utenti e le lacune dei sistemi. La digitalizzazione dei processi è un aspetto fondamentale affinché le aziende accrescano la propria competitività. Le applicazioni in cloud ed on premise proliferano, dispositivi digitali mobili sono in continuo aumento, l’Internet delle cose è una realtà consolidata.

Si pensa che, ad oggi, migrare un’applicazione o un servizio da on premise al cloud sia semplice: questo può sicuramente migliorarne la fruibilità e la gestione, però spesso non vengono adeguatamente considerati i problemi legati alla sicurezza. Tutti questi aspetti si intrecciano e generano criticità nella gestione degli innumerevoli accessi alle varie applicazioni, portando sovente gli utenti ad utilizzare le stesse credenziali, spesso banali e facilmente identificabili.

Le organizzazioni sono chiamate a passare al cloud per guidare la propria trasformazione digitale, le diverse figure aziendali hanno differenti priorità rispetto alla Cloud Identity;  per questo occorre costruire un più forte programma di ICT Security

Con la Tecnologia Hybrid IAM è possibile salvaguardare le identità digitali nell’era del New Normal. 

Principali funzionalità messe a disposizione da IBM Identity Management

  • User experience senza interruzione di continuità per utilizzare rapidamente le app aziendali, mediante accesso sicuro.
  • Esperienza utente senza interruzioni con SSO
  • “My application”, interfaccia personale dalla quale lanciare le diverse applicazioni
    • Visibili solo le applicazioni autorizzate per singolo utente / gruppo
    • Connessione con un clickù
    • Non serve ricordare una password per ogni applicazione
    • SSO federato tra applicazioni cloud
  • Trovare e accedere rapidamente alle applicazioni da qualsiasi dispositivo tramite il catalogo app unificato
  • Delega di amministrazione dei permessi alla linea di Business
  • I manager sono autorizzati ad abilitare i team rapidamente, senza interrompere l’IT e quindi semplificando i task del processo
  • Delega di proprietà dell’app: i manager possono facilmente aggiungere / rimuovere permessi agli utenti
  • Accelerazione dell’agilità e dell’innovazione aziendale
  • Rapida implementazione delle applicazioni cloud
    Identity & Access Management
    Tecnologia: Hybrid IAM per salvaguardare le identità
    digitali nell’era del New Normal

Il white paper, che è stato pubblicato anche su Cybersecurity360 – che fà parte di NetworkDigital360, il famoso network di testate e portali B2B dedicati ai temi della Trasformazione Digitale e dell’Innovazione Imprenditoriale – contiene anche un approfondimento sul PAM (Privileged Access Management).

Angela Predico
VM Sistemi – Marketing Specialist

Related Posts