Watson IBM Artificial Intelligence indirizza la crescita dell’ICT Security

Le organizzazioni sono sfidate a migliorare la loro posizione di sicurezza a causa del crescente rischio di ricevere un attacco. Adattarsi a un approccio attento alle minacce e basato sul rischio, rispetto a un approccio basato sulla conformità e il controllo, è fondamentale anche in considerazione dei mandati normativi in continua evoluzione, che interessano le organizzazioni. Il GDPR ad esempio ha avuto ed avrà sempre di più un impatto su qualsiasi organizzazione che memorizza, accede, elabora o utilizza i dati personali dei residenti nell’UE.

Grazie all’aiuto di Watson, la potente Artificial Intelligence di IBM, sono emersi i bisogni dei sistemi di ICT Security, per la loro crescita e quindi per la sempre maggiore protezione dei dati delle imprese.

Gli esperti prevedono che il crescente divario tra i professionisti qualificati in cybersecurity disponibili e le posizioni aperte raggiungerà, in termini di mercato del lavoro, 1.8 milioni $ entro il 2022. Gli stessi professionisti possono utilizzare fino a 85 prodotti, messi a disposizione da 45 diversi vendor tecnologici e quindi diventa anche complesso identificare la soluzione migliore per le proprie esigenze.

IBM Security Artificial Intelligence Infographic

Adalberto Casalboni
VM Sistemi – Marketing Manager

Related Posts

Pin It on Pinterest