Virtual Tape Library: velocizza il processo di backup rispettando la regola 3-2-1

Cos’è e come applicare la regola del 3-2-1 backup con una Virtual Tape Library (VTL)

Tutti gli utenti dovrebbero avere un backup dei propri dati a disposizione. Questo principio vale per qualsiasi ambiente sia esso fisico come per esempio Mac, PC, Smartphone, o Virtuale/Cloud indipendentemente dalla piattaforma utilizzata: i backup sono fondamentali.

Una delle strategie cardine in grado di aiutare nell’affrontare qualsiasi scenario di disastro è la regola del 3-2-1 backup. Questo approccio infatti aiuta a rispondere a due domande essenziali nella conservazione dei propri dati:

quanti file di backup dovrei avere e dove dovrei conservarli?

La regola del 3-2-1 Backup è diventata celebre grazie all’affermazione che ci sono due tipi di persone: quelle che hanno già avuto un guasto a livello di storage e quelle che ne avranno uno in futuro. In poche parole, la regola 3-2-1 prevede i seguenti requisiti:

3 – Possedere almeno tre copie dei vostri dati

2 – Conservare le copie su due supporti diversi.

1 – Conservare una copia del backup off-site.

Il terzo requisito prevede che si abbia 1 copia del backup off-site e spesso le aziende utilizzano (ancora) la soluzione del backup su cassetta, portato in un “posto sicuro” all’esterno del perimetro aziendale. Il backup effettuato su cassetta però, non solo richiede più tempo, ma deve essere organizzato attentamente. Lo staff IT deve gestire le cassette, ruotarle, monitorare i backup e così via. Le cassette e la loro archiviazione fuori sede richiedono costi aggiuntivi, presentando un certo rischio di errore poiché è un processo completamente manuale. Le cartucce dei nastri si possono danneggiare nel corso del tempo, così possono diventare illeggibili e inoltre i vecchi formati possono non essere più supportati. Questo implica anche un rischio di non poter recuperare i dati dai nastri quando necessario.

Inoltre, l’e-discovery, l’indicizzazione e la capacità di ricerca sui sistemi a nastro, richiedono parecchio tempo. Se i vostri dati su cassetta risalgono ad un po’ di anni fa e sono stati archiviati su un software di backup differente o con un sistema operativo diverso di quello che usate attualmente, sarà necessario un lungo periodo di ripristino e di ricerca per trovare ed estrarre anche solo pochi file dalla libreria.

La soluzione

Installando  semplicemente il software di gestione su una macchina virtuale o un server fisico sfruttando i dischi a bordo possiamo emulare una cassetta hardware definendone  la capacità: tutti i dati saranno replicati in cloud e messi in “cassaforte”.

VEEAM 3-2-1 Backup in cloudQuesta soluzione permette di  eliminare totalmente  le cassette fisiche e la tape library  velocizzando  il processo di backup, utilizzando la cache dei dischi. Impiegando la cache come Virtual Tape Library (VTL), i dati vengono scritti nella cache (dischi SATA) in maniera più veloce permettendo di stare nella finestra di backup ed eliminando il carico verso l’infrastruttura.

Una Virtual Tape Library può essere integrata nell’infrastruttura di backup esistente senza l’aggiunta di software di terze parti ed è una soluzione compatibile con Veeam ed ogni componente software è stato testato e verificato per garantirne la piena compatibilità.

Massimiliano Porliod
VM Sistemi – IT Presales

Related Posts

Pin It on Pinterest