Piano Transizione 4.0: 10% di Credito di imposta anche per l’acquisto di un nuovo ERP

Da Impresa 4.0 al Piano Transizione 4.0

Per sostenere la ripresa dell’economia e delle imprese e per gli stimolare gli investimenti privati, il Ministero dello Sviluppo Economico ha emesso il nuovo Piano Nazionale “Transizione 4.0”.

Il Piano Transizione 4.0 è la nuova politica industriale del Paese, più inclusiva ed attenta alla sostenibilità e và a sostituire i precedenti Impresa 4.0 e Industry 4.0. Esso consiste in un’unica misura, con aliquote differenti per diverse categorie di beni ed è stato strutturato per rappresentare il fulcro del piano industriale dell’Italia.

La legge di Bilancio 2021 e l’aggiornamento dei Crediti di imposta

Con il nuovo Piano Transizione 4.0 la Legge di Bilancio 2021 ha esteso il Credito di imposta, oltre che agli investimenti in beni materiali ordinari (agevolazione già in atto dal 01.01.2020 prevista dalla Legge di Bilancio 2020) anche agli investimenti in beni immateriali ordinari (software gestionali) con effetto retroattivo (agli investimenti effettuati dal 16.11.2020).

Il nuovo Credito di imposta sostituisce iperammortamento e superammortamento; nel caso del vecchio superammortamento, ora l’agevolazione, come credito di imposta per i beni strumentali, sarà pari al:

  • 6% del valore del nuovo bene acquistato, per investire fino a 2 milioni di euro;
  • 10% per investimenti con tetto fino a mezzo milione di euro, per i beni immateriali, in particolare i software.

Nel caso, invece, dell’ex iperammortamento si sostituisce con un credito di imposta pari al:

  • 40% per investire fino a 2,5 milioni di euro;
  • 20% per investire tra 2,5 milioni e 10 milioni di euro del valore dei beni materiali acquistati;

Inoltre la Legge di Bilancio 2021 ha:

  • Prorogato l’agevolazione fino al 31.12.2022
  • Potenziato le aliquote agevolative (che dal 16.11.2020 al 31.12.2021 passano dal 6% al 10%; 15% se gli acquisti sono propedeutici allo smart working- nel 2022 le aliquote del credito di imposta torneranno al 6%)
  • Dato la possibilità di fruire del credito di imposta per investimenti per i beni “ordinari” – non 4.0 – tramite compensazione in F24 in un’unica quota annuale per i soggetti con ricavi inferiori a 5 milioni di euro; per tutti gli altri contribuenti l’agevolazione è usufruibile in 3 quote annuali a partire dall’anno in cui viene effettuato l’investimento.

Altre aree di investimento aggiornate nella legge di Bilancio 2021:

  • Aggiornamento Credito di Imposta Ricerca & Sviluppo – Innovazione e Design
  • Aggiornamento Credito di imposta Formazione 4.0

La tua azienda sta pensando di adottare un nuovo software gestionale?
Noi di VM Sistemi siamo in grado di guidare e supportare la tua Azienda nel cogliere al meglio le opportunità di questo nuovo Piano Nazionale.

Angela Predico
VM Sistemi – Marketing Specialist

Related Posts

Pin It on Pinterest