Data Center: la potenza è nulla senza..

Oggi una moltitudine di applicazioni e utenti eseguono simultaneamente richieste ai DB aziendali. Siano esse semplici o estremamente complesse, implicano l’aumento esponenziale del flusso di dati. Per soddisfare gli obiettivi di produttività, agilità, conformità e rapporto costo-efficienza delle aziende, non basta aumentare la potenza di calcolo, ma occorre puntare su un sistema di Storage del proprio Data Center di nuova generazione, che presenti precise caratteristiche.

Energia

YANGNella simbologia cinese l’orso è associato all’energia yang – il positivo – simbolo di virilità, potenza, forza, dominio, autorità. Una leggenda cinese afferma che se una donna sogna un orso durante la gravidanza, darà alla luce un maschio (un fatto molto importante in Cina).

L’aumento dei dati di un fattore 10, non dovrebbe implicare uno sforzo di gestione 10 volte superiore. Non sempre è facile fare risparmiare all’area IT l’attività di migrazione manuale dei dati e di ri-mappatura continua delle risorse disponibili quando le prestazioni rallentano. Tali attività possono infatti essere demandate al sistema stesso di archiviazione, al patto che metta a disposizione funzionalità di automatizzazione come ad esempio il self-tuning: cache ad alta capacità in grado di ottimizzare i carichi di lavoro in tempo reale; strumenti automatici di inserimento dei dati nel livello di storage ottimale; strumenti automatizzati per la gestione della qualità del servizio.

Flessibilità

Statua Orso MadridGli orsi vivono solitari in cosiddette zone di percorso annuo, la cui estensione può variare considerevolmente, in base al cibo che riescono a trovare, raggiungendo un’estensione fino a circa 1.600 kmq. Non sono però animali territoriali: essi accettano che nel proprio habitat vivano anche altri membri della stessa specie, e persino dello stesso sesso.
In quanto prevalentemente vegetariani, gli orsi possono permettersi di essere flessibili nell’utilizzo del territorio, soprattutto quando l’offerta di cibo è alta, per esempio nel periodo in cui fruttificano le querce o i faggi.

Secondo un recente sondaggio di Frost & Sullivan, la principale preoccupazione dei responsabili dei data center è rappresentata dalla difficoltà di gestire la crescita esponenziale di accessi e richieste, attraverso una soluzione storage di non ultima generazione. Potenziale impennata dei costi, degrado delle prestazioni, aumento del rischio di discontinuità del business, sono i principali pericoli a cui si potrebbe incorrere.

Velocità

Dai necessari spostamenti di peso verso destra e sinistra si produce il tipico dondolante e quasi comico “passo dell’orso”. Questo passo è però sorprendentemente efficace e in ogni caso più rapido del passo normale di un essere umano. Più raramente l’orso si muove correndo o galoppando e su brevi distanze raggiungono sorprendenti velocità, fino a circa 45 km/h.

La tecnologia Flash offre i più alti livelli di velocità e affidabilità. Lo storage su disco offre un buon rapporto costo-efficacia e prestazioni comunque affidabili. Qual è quindi la soluzione migliore? Alcuni dati richiedono un continuo aggiornamento, altri vengono richiesti solo occasionalmente. Alcune applicazioni sono sensibili alla latenza, altre più tolleranti. Di conseguenza, la soluzione di archiviazione deve consentire di scegliere la tecnologia giusta per ogni tipo di esigenza.

Conservazione

Il letargo dell’orso può essere definito un evento fuori del comune. Gli orsi non mangiano né bevono per mesi. La loro sopravvivenza è garantita dall’accumulo di grasso avvenuto precedentemente. Le femmine, inoltre, allattano i piccoli con latte costituito per un terzo da grassi. Il battito cardiaco rallenta fino a otto pulsazioni per minuto, anziché quaranta, ma la temperatura scende di appena 5 gradi. Se il tempo è mite, gli orsi possono lasciare a breve termine il loro rifugio invernale.

La conservazione è una componente strategica dell’ambiente IT aziendale, essenziale per il raggiungimento degli obiettivi di produttività, agilità, conformità e rapporto costo-efficienza. L’infrastruttura di storage deve evolvere per soddisfare la domanda, cambiando allo stesso tempo di paradigma. È impensabile infatti continuare ad affrontare lo stoccaggio dei dati con l’approccio tradizionale, ovvero aggiungendo capacità a seconda delle necessità, con il rischio di sprecare tempo e denaro.

Occorre quindi scegliere un sistema di storage flessibile, in grado di stare al passo del ritmo dell’azienda, e che:

  • sfrutti l’ambiente di infrastrutture esistenti, compresi i mainframe,
  • supporti ambienti di storage ibridi,
  • offra sempre maggiori funzionalità e non solo capacità, per seguire le mutevoli esigenze.

 

Non attendere che il torrente inesauribile di dati paralizzi il tuo sistema di storage attuale. Proteggi il tuo business e preparati ad un futuro basato sui dati,

valorizza le risorse in maniera dinamica

 con un sistema potente ed efficiente di storage di nuova generazione!

Quadro DataCenter

Adalberto Casalboni

VM Sistemi – Marketing Manager

Cfr. simbolisignificato.it, montagnadilombardia.com, pnab.it

Related Posts

Pin It on Pinterest