Il credito di imposta formazione finanzia la sicurezza della tua Impresa

Il decreto attuativo firmato dai Ministri dello Sviluppo economico, dell’Economia e del Lavoro, dà attuazione al credito d’imposta del 40% sulle spese sostenute per la formazione nel 2018, fino ad un massimo di 300.000 euro, solo ed esclusivamente dei dipendenti d’azienda.

Riprendendo l’approfondimento alla Legge n.205 del 27/12/2017, effettuato all’interno del precedente articolo “Sfrutta il credito di imposta formazione per la tua Impresa di Distribuzione 4.0“, riportiamo di seguito gli ambiti di formazione contenuti nell’Allegato A, citato dal Comma 48, che maggiormente interessano la sicurezza informatica nelle imprese:

Informatica:

  • Analisi di sistemi informatici
  • Elaborazione elettronica dei dati
  • Formazione degli amministratori di rete
  • Linguaggi di programmazione
  • Progettazione di sistemi informatici
  • Programmazione informatica
  • Sistemi operativi
  • Software per lo sviluppo e la gestione di beni strumentali oggetto dell’allegato A alla legge 11 dicembre 2016, n. 232
  • Software oggetto dell’allegato B alla legge 11 dicembre 2016, n. 232, ovvero
    • software, sistemi, piattaforme e applicazioni per la protezione di reti, dati, programmi, macchine e impianti da attacchi, danni e accessi non autorizzati (cybersecurity).

Ne abbiamo parlato anche il 16 maggio a Techsentially, durante il Panel ICT Security, moderato da Matteo Flora – CEO @ The Fool.

Segue la playlist delle pillole video degli interventi di esperti, ICT Manager e rappresentanti di community, che condividono le proprie esperienze per mettere a fuoco il tema ed individuare azioni di senso finalizzate alla protezione degli asset digitali aziendali.

Nemmeno a farlo apposta, senza spoilerare troppo i vari interventi, gli stekeholder individuano come bisogno comune proprio quello della formazione.

Per approfondire…

Adalberto Casalboni
VM Sistemi – Marketing Manager

Related Posts

Pin It on Pinterest