Galli Ezio

galli

Business protetto e procedure di ripristino automatizzate

Galli Ezio S.p.A. è nata a Lecco nel 1922 e da allora opera nella distribuzione di materiale elettrico, sia in ambito civile che industriale.

Nata come punto vendita al dettaglio è ora, anche grazie al contributo della terza generazione della famiglia, grossista di riferimento per le province di Milano, Bergamo, Lecco, Como e Sondrio, dimostrandosi una delle società di distribuzione di materiale elettrico più dinamiche del Nord Italia.

L’esigenza

La volontà di assicurare un servizio puntuale ed efficiente, e l’obiettivo di implementare la resilienza ed evitare l’interruzione delle operazioni critiche e la perdita di tempo per il loro ripristino, ha fatto nascere in Galli Ezio S.p.A. la necessità di sviluppare un piano di continuità operativa altamente automatizzato.

La soluzione

L’infrastruttura precedente prevedeva la classica architettura 1 a 1 (server/applicazione) esclusivamente in ambienti Open (Windows/Unix) senza particolari soluzione di resilienza e/o continuità operativa. L’ambiente IT era composto da server IBM Power4 con AIX e IBM xSeries.

L’infrastruttura tecnica realizzata consiste in doppi sistemi ridondati in ogni loro componente e dispositivo per i diversi servizi applicativi aziendali e in un unico sistema storage dove vengono consolidate tutte le informazioni aziendali, indipendentemente dall’ambiente applicativo. A fronte di un guasto o di un generale malfunzionamento di un server, la soluzione prevede la ripartenza del servizio applicativo sul server secondario che accede, a sua volta, agli stessi volumi disco condivisi. Tutte le attività possono essere svolte in tempi ridotti (nell’ordine di pochi minuti) e con un ridottissimo intervento umano, esclusivamente dedicato ad attività di gestione/monitoraggio.

Nel dettaglio la nuova infrastruttura consiste di una SAN in tecnologia Fibre Channel, un IBM Storage DS4000, due server IBM Power con DB2 e due IBM System X 3650 con tecnologia di virtualizzazione VMware.

I vantaggi

Il nuovo DataCenter realizzato ha permesso di aumentare il livello di protezione del business aziendale distribuendo il rischio di “disastro” e automatizzando le procedure di ripristino, che allo stato attuale, non sono vincolate al presidio del personale tecnico per la continuità operativa.

La nuova infrastruttura consente, quindi, di ridurre drasticamente i tempi di ripartenza di qualsiasi applicazione aziendale su server secondari (fisici o virtuali) che attingono alla stessa copia del dato in Storage Area Network.