Anche i Sistemi di Monitoraggio salgono le scale

img3_ScalMonitoraggioLe aziende, oggi più che mai, sono soggette ad un’evoluzione continua delle proprie strategie di digitalizzazione adottando, giorno dopo giorno, le ultime soluzioni presenti sul mercato, per riuscire a migliorare continuamente produttività ed efficienza.

Come riuscire a sfruttare al meglio gli investimenti in tecnologia, se non attraverso Sistemi di monitoraggio che sorveglino costantemente le prestazioni e gli eventi connessi ai vari componenti, e garantire così il loro valore aggiunto al business?

La necessità delle imprese di processare un numero sempre più elevato di informazioni e la conseguente crescita delle dimensioni delle infrastrutture ICT aziendali, in termini di prestazioni, di spazio e soprattutto di numero dispositivi connessi, genera una forte criticità dal punto di vista del monitoraggio, che spesso non è adeguatamente scalabile.

I Sistemi di Monitoraggio di nuova generazione devono essere in grado di crescere in maniera proporzionale alla crescita delle infrastrutture ICT, per garantire un completo controllo rispetto a tutte le criticità che potrebbero manifestarsi, dovute all’aumento di:

  • numero dei dispositivi connessi: il numero di dispositivi connessi sta aumentando in modo impressionante e nei prossimi 5 anni si stima aumenteranno da 4 a 6 volte
  • ampiezza di banda: in un mondo sempre più connesso, tutti si aspettano di poter accedere a qualsiasi informazione da qualsiasi luogo
  • distribuzione degli ambienti: sempre di più i dati sono prodotti in ambienti distribuiti e ibridi con crescente difficoltà nel raccogliere e gestire i dati relativi a prestazioni, disponibilità, eventi, ecc.
  • gruppi di utenti da informare in maniera puntuale e sicura: le moderne organizzazioni richiedono sempre di più che i gruppi di utenti, interni o esterni, possano accedere in sicurezza a tutte e sole le informazioni che li riguardano.

Considerando anche che il controllo e la gestione dei sistemi ICT deve essere sempre più user friendly e non riservata ad amministratori di sistema in “camice bianco”, possiamo concludere che sistemi di monitoraggio scalabili e flessibili sono oggi più che mai necessari.

Dal Rapporto Clusit 2017 sulla Sicurezza ICT in Italia, emerge inoltre che, nella strategia difensiva di un’organizzazione, un tassello fondamentale è rappresentato dalla capacità di identificare, reagire e segnalare, al verificarsi di attività sospette. Tali attività sono svolte dai Cyber Security Operations Center (CSOC) e dai Computer Emergency Response Team (CERT). Il ruolo di CSOC e CERT è reso ancora più critico a seguito dell’approvazione del Regola-mento GDPR sulla Privacy e della Direttiva NIS per le Infrastrutture Critiche, in quanto entrambe introducono obblighi precisi circa la comunicazione degli incidenti di sicurezza, sia a fini di tutela dei titolari di dati personali oggetto di attacco (GDPR), sia ai fini di “pro-tezione sistemica” per le infrastrutture critiche nazionali ed europee (Direttiva NIS). Cessa di essere facoltativo quindi lo sviluppo o la trasformazione di queste funzioni. Si tratta ora di avviare un forte adeguamento organizzativo e tecnologico in vista delle scadenze a partire da Maggio 2018.

Scopri i nostri servizi gestiti di Monitoraggio

Network & Systems MonitoringFabrizio Zama
VM Sistemi – IT Service Manager

Related Posts

Pin It on Pinterest